Skip to main content

Tartufo, tutto quello che c’è da sapere

2 Dicembre 2021
tartufo nero 6667fc99

Il tartufo, ingrediente dal gusto deciso e raffinato, entra di diritto nella cerchia dei prodotti più ricercati in tutto il mondo. Ogni volta che ci si avvicina all’autunno il richiamo del tartufo e del suo sapore unico si fa sempre più forte ed è proprio in questo periodo che la ricerca dei tartufi entra nel vivo. C’è da dire però che, nonostante la sua fama, molte sono le curiosità che lo riguardano ancora da scoprire: Dove nasce il tartufo? Quali ricette ne elevano al meglio il sapore? Ma soprattutto, Qual è il prezzo del tartufo? Che differenza c’è tra il tartufo bianco e il tartufo nero? Nei paragrafi successivi proveremo a rispondere a tutte le domande che gravitano attorno al tema del tartufo, cominciamo!

DOVE NASCE IL TARTUFO?

In Italia, il primo Paese al mondo per quanto riguarda la coltivazione di tartufi e l’esportazione di tartufo bianco pregiato, la maggior parte di noi ha avuto la fortuna di trovarsi, almeno una volta, del tartufo nel proprio piatto. Ma la storia di un tartufo inizia molto prima della sua preparazione in cucina. Tra le radici di una grande quercia oppure sotto a un salice, ecco che il nostro preziosissimo tartufo nasce e prende forma. Trattandosi di un fungo sotterraneo, il nostro alimento preferito passa tutta la propria vita nel sottosuolo, almeno fino a quando un “cavatore” e il suo fidato cane da tartufo non lo individuano. Una volta estratto, il tartufo è pronto per essere pesato e cucinato ma commetteremmo un grande errore se pensassimo che questa sia la fine della sua esistenza. Dovete sapere che un tartufo per riprodursi deve necessariamente rilasciare delle spore, le quali si disperdono sul terreno solo nel momento in cui il tartufo viene estratto, quindi più ne consumiamo e più se ne troveranno in futuro. (Che notizia fantastica!)

QUANTO COSTA IL TARTUFO?

Il tartufo deve la sua nomea di “prodotto d’eccellenza” sicuramente al gusto unico che lo contraddistingue ma anche e soprattutto al suo prezzo! Il prezzo del tartufo bianco al kg si aggira tra i 1500€ e i 3000€ mentre per quanto riguarda il prezzo del tartufo nero le cifre sono più contenute ma comunque rilevanti in quanto si parla di almeno 700/800€ al Kg. Il prezzo del tartufo varia anche a seconda delle condizioni climatiche e ambientali: nei periodi in cui magari piove meno e la raccolta è minore il prezzo schizza alle stelle mentre nei periodi in cui la raccolta di tartufo è maggiore il prezzo si abbassa.

DIFFERENZE TRA TARTUFO BIANCO E TARTUFO NERO

Oltre al prezzo le differenze tra tartufo bianco e tartufo nero sono moltissime. La prima differenza che salta all’occhio è ovviamente il colore ma in realtà le differenze tra le due tipologie sono molte di più. Innanzitutto la prima grande differenza sta nel sapore, più dolce nel tartufo nero e più deciso, ma sempre equilibrato, per quanto riguarda quello bianco che a tratti ricorda il gusto del formaggio Grana con punte agliacee e leggermente piccanti. Altra grande distinzione sta nei periodi di raccolta che vanno da settembre a gennaio per quanto riguarda il tartufo bianco e da dicembre a marzo per il tartufo nero. Le differenze sono tante e comprendono anche la forma dei due tartufi e il terreno in cui si trovano più facilmente, ma quella che può interessare maggiormente è la differenza tra la qualità del tartufo bianco e quello nero, in sostanza: Qual’è il più pregiato? La risposta, non ce ne voglia il tartufo nero, è molto semplice, quello bianco. Il tartufo bianco è riconosciuto come il tartufo più pregiato di tutti, famosissimo è il tartufo bianco d’Alba, un prodotto invidiatoci da tutto il mondo.

COME PREPARARE IL TARTUFO?

Veniamo ora agli abbinamenti che possiamo operare in cucina per valorizzare al massimo il sapore del tartufo. Le ricette con il tartufo sono veramente migliaia, ma con cosa si sposa al meglio il tartufo? Per quanto riguarda i primi piatti a base di tartufo, possiamo consigliare delle fettuccine al tartufo nero o delle tagliatelle al tartufo nero, mentre per quanto riguarda le ricette dei secondi piatti a base di tartufo vi consigliamo: carne e tartufo oppure tartufo e funghi, due ottimi abbinamenti. Incredibile ma vero, il tartufo è perfetto anche come dessert. I dolci al tartufo, come ad esempio una mousse di cioccolato al tartufo bianco, sono molto apprezzati dagli amanti di questo alimento. La risposta alla domanda che ci siamo posti sopra è quindi la seguente: il tartufo è talmente buono da abbinarsi praticamente con tutto!

COME CONSERVARE IL TARTUFO NERO E IL TARTUFO BIANCO?

Altra domanda che spesso noi amanti del tartufo ci poniamo è la seguente: come si conserva il tartufo? Sappiamo che il metodo più efficace per conservare il tartufo ed evitare che perda la sua essenza è metterlo in frigo avvolto in un foglio di carta assorbente e chiuso in un contenitore ermetico, senza lavarlo prima! La carta va cambiata tutti i giorni per evitare la formazione di muffe sul tartufo. A seconda che si tratti di tartufo bianco o tartufo nero il tempo che il tartufo può passare nel frigorifero varia: nel primo caso si parla di 3/4 giorni mentre nel secondo addirittura di una settimana.

Iscriviti alla newsletter



    Jussi Gourmet

    Informazioni

    Jussi Gourmet porta in tavola la semplicità dei prodotti artigianali, unendo l’affidabilità della bottega alla comodità della spesa online.

    Dove siamo

    Via Carlo Jussi, 3/G, 40068,
    San Lazzaro di Savena, BO

    Seguici sui social


    Chanty 1221 di Chantal Maria Sabrina Maccarrone - P.IVA IT03968341200 - CF MCCCNT70A65C351N